Associazione Italiana per i Disturbi dell’Attenzione e Iperattività   

AIDAI ONLUS - CENTRO REGIONALE UMBRIA

 

E-mail: aidai.umbria@libero.it 

 


Perugia, 21 ottobre 2003
Gentile dott./dott.ssa,

Proprio in questi giorni è stata costituita la sede regionale dell'AIDAI ed in questo nostro primo atto vorremmo stabilire dei contatti con tutti quegli operatori sanitari (siano essi medici, psicologi o riabilitatori) che nel loro lavoro si occupano delle difficoltà dei bambini con problemi di attenzione/iperattività e delle loro famiglie.

La dimensione clinica del DDAI rimane ancor oggi ambigua per problemi che riguardano l'indeterminatezza della natura di questo disturbo e le numerose difficoltà ancora presenti in ambito diagnostico e terapeutico. Esistono molte differenze tra i soggetti che presentano questo disturbo e spesso risulta difficile ricondurre i profili individuali sotto una stessa etichetta diagnostica. E' altresì innegabile che in questi ultimi anni si siano fatti importanti progressi nella conoscenza degli aspetti psicologici, neuropsicologici ed educativi alla base del DDAI. Questi progressi rendono a nostro avviso necessario operare uno sforzo di "specificità" in campo clinico, negli strumenti d'indagine e nei progetti di terapia, per poter dare agli utenti e alle loro famiglie risposte meno superficiali, diversificate e frammentarie.

Come primo obiettivo dell'AIDAI - UMBRIA vorremmo costruire una rete di operatori, distribuiti sul territorio regionale, che possano diventare punti di riferimento locali per le famiglie che vivono il problema di un bambino con DDAI. Come primo passo è importante per noi conoscere quei professionisti che sia in ambito pubblico che privato si occupano attualmente delle problematiche legate al DDAI e di quelli che vorrebbero occuparsene, magari ampliando il loro bagaglio di conoscenze. Il passo successivo potrebbe essere promuovere un incontro tra tutti gli interessati, allo scopo di definire alcune priorità di bisogni in ambito clinico (organizzazione, supervisione, formazione, divulgazione, ecc.) e stabilire dei riferimenti, per quanto possibile fissi in ambito territoriale, per le famiglie che si rivolgono all'Associazione.

Le chiedo, dunque, un riscontro circa il suo interesse per le attività dell'Associazione (allego un opuscolo sugli scopi e le modalità di azione dell'AIDAI) e le proposte sopra formulate. Il modo più pratico per comunicare è attraverso e-mail o contattando telefonicamente l'Associazione.


Cordiali saluti. 
Dott. Michele Margheriti

Associazione Italiana per i Disturbi 
dell'Attenzione e Iperattività 
(A.I.D.A.I.-ONLUS)

Sede Regione Umbria
Via E. Valentini, 4 - 06128 PERUGIA 
Tel: 075 50 03 688 
Indirizzo Internet: www.aidai.org
E-mail: aidai.umbria@libero.it

Referente regionale: Dott. Michele Margheriti